Se la montagna vuole ucciderti (scenario attivo, parte 2)

Nella prima parte di questa mini-serie abbiamo introdotto lo scenario attivo: una nuova, piccola meccanica con cui ho provato a rivoluzionare gli ostacoli ambientali in D&D e affini. Abbiamo visto il concetto e alcuni punteggi fondamentali.

Proseguiamo con la parte forse più importante: le azioni e reazioni a disposizione del nostro scenario attivo. Inizieremo anche a vedere qualche esempio da un mio playtest… uno in cui, nello spiegare la cosa ai giocatori, ho detto che in pratica la montagna voleva ucciderli.

Continua a leggere “Se la montagna vuole ucciderti (scenario attivo, parte 2)”
Pubblicità

Q&A: “programmiamo” un’avventura insieme?

In passato l’isola autonoma di Long Island era un luogo aperto, pacifico e neutrale, prezioso punto di ristoro sia per i mercanti che per i pirati. Ma il nuovo governatore, appena salito al potere, ha chiuso tutti gli accessi, mandando molta gente in rovina. Si sospetta che sia un folle. Qualcuno dovrebbe porre rimedio alla cosa…

C’è un collega Diemme a cui dovevo un favore: molto tempo fa mi aveva scritto una domanda via Telegram, su D&D, ma preso da altre faccende avevo dimenticato di rispondere. Quando mi ha contattato di nuovo (dimostrando di non avercela con me 😅) ce l’ho messa tutta a dargli una mano. Mi ha chiesto consigli per progettare una sua one shot. Vi va di vederla?

Continua a leggere “Q&A: “programmiamo” un’avventura insieme?”

Mostruoso, questo ambiente! (scenario attivo, parte 1)

Che differenza c’è tra una montagna e una banda di gnoll?

Sì, lo so che differenza c’è nel mondo di gioco: sono miope (anzi, si dice visiorifrangente! 😉 – questa la capisce solo chi ha Instagram) ma non fino a quel punto. E non sono impazzito.

Parlavo da un altro punto di vista: quello della meccanica, anzi, ancora meglio, del gameplay. È chiaro che anche in tal senso, in D&D, sono molto diversi. Ma se non lo fossero?

È un’idea bellissima con cui mi sono trastullato a lungo. Finalmente l’ho messa in pratica e playtestata. È con orgoglio che vado a presentarvi, in questa nuova serie, il metodo dello scenario attivo, o scenario-mostro!

Continua a leggere “Mostruoso, questo ambiente! (scenario attivo, parte 1)”

Meglio stoppare, caro Colville (cosa non fare, episodio 2)

Chi non conosce Matt Colville, il celeberrimo sviluppatore e youtuber, che regala consigli ai Diemme di tutto il mondo dal suo canale Running the Game? È molto apprezzato anche in Italia, infatti è stato citato più volte come riferimento da persone che hanno preso parte al mio terzo speciale.

Oggi parliamo di un suo video e di una pericolosa polpetta avvelenata che ci ha infilato dentro. Bentornati a questa serie sui peggiori consigli per i neo-Diemme, una in cui mi faccio un sacco di amici 😅.

Mettetevi comodi, perché sarà un episodio lungo e complesso: avrò bisogno di tutta la vostra attenzione.

Continua a leggere “Meglio stoppare, caro Colville (cosa non fare, episodio 2)”

Tutti per uno, parte 2

Parliamo di prove di gruppo: di quando i PG collaborano in un’azione collettiva, nei giochi simili a D&D basati sul d20. Nella prima parte abbiamo visto come vari regolamenti “ufficiali” hanno trattato la cosa, e le mie perplessità in materia. Abbiamo visto anche il metodo proposto da un grande autore, The Angry GM, e quello che io stesso ho usato fino a poco tempo fa.

In questa seconda e ultima parte voglio presentarvi il mio nuovo metodo, quello che ho adottato di recente e che raccomando caldamente a tutti voi.

Continua a leggere “Tutti per uno, parte 2”

Tutti per uno, parte 1

Le regole sulle prove di gruppo, croce e delizia di molti GdR! Di solito si imposta il regolamento in base all’idea che un solo personaggio effettui un check. Tutto bene finché, a un certo punto, due giocatori propongono che i loro PG si aiutino a vicenda, uniscano le forze o simili. Anch’io, col mio regolamento personale, mi sono trovato in questo ginepraio.

Andiamo a vedere come l’hanno risolto varie edizioni di D&D e affini, un celebre autore di spicco, nonché io stesso… fino a poco tempo fa.

Continua a leggere “Tutti per uno, parte 1”

Uno specchietto sociale (sfide interpersonali, episodio bonus)

Ricordate la mia recente serie sulla gestione delle sfide sociali / interpersonali / di negoziato in D&D e affini? Mi sono accorto che l’articolo in cui è descritto come calcolare la CD della prova è molto lungo e può essere difficile da maneggiare durante il gioco.

Ecco quindi un pratico specchietto riassuntivo. (Chiaramente occorre leggere gli articoli per capirlo davvero.) Cliccate pure sull’immagine se volete ingrandirla.

Ritrattiamo bis: altre opzioni ed eccezioni (sfide interpersonali, episodio 7)

Nell’episodio precedente di questa serie ho presentato tre casi particolari per arricchire il mio metodo per gli incontri sociali (negoziati eccetera) in D&D e affini. In questo presenterò gli ultimi tre.

Al solito, la gran parte del credito va a The Angry GM e in misura minore a The Alexandrian (i cui lavori sono riassunti nei due episodi iniziali).

Continua a leggere “Ritrattiamo bis: altre opzioni ed eccezioni (sfide interpersonali, episodio 7)”

Ritrattiamo: opzioni ed eccezioni (sfide interpersonali, episodio 6)

Nei precedenti episodi di questa serie ho già illustrato a fondo il metodo che io uso per gli incontri sociali (negoziati eccetera) in D&D e affini: nell’episodio 3 come li imposto, nell’episodio 4 come risolvo le azioni dei PG, nell’episodio 5 come si arriva a conclusione.

Restano alcune postille per casi particolari. Le presenterò in questo episodio e nel prossimo.

La maggior parte si rifà, come del resto tutto il metodo, agli scritti di The Alexandrian e soprattutto di The Angry GM (che abbiamo presentato negli episodi iniziali). Possono servire a vivacizzare le sfide interpersonali più importanti.

Continua a leggere “Ritrattiamo: opzioni ed eccezioni (sfide interpersonali, episodio 6)”

Si è trattato di capire (sfide interpersonali, episodio 5)

Ben ritrovati con questa serie sulla gestione degli incontri sociali / interpersonali / diplomatici e affini in D&D. Negli episodi precedenti ho cominciato a illustrarvi il metodo che uso io, al mio tavolo: dapprima come imposto la sfida, quindi come risolvo le interazioni dei PG con il PNG. Scommetto che non vedete l’ora di vedere come va a finire!

Nell’episodio di oggi vi parlerò, appunto, della conclusione della sfida: di come, quando e se si determina un cambiamento della posizione del PNG.

Continua a leggere “Si è trattato di capire (sfide interpersonali, episodio 5)”