A tempo debito: come gestisco il tempo in gioco

Tema molto impegnativo, quello del Vecchio Carnevale Blogghereccio di Luglio: si parla del tempo.

Sarebbe stupendo esplorarlo per esteso, da vari punti di vista, se solo avessi… tempo.

Ma, ahimè, non ce l’ho. In questa torrida estate certi nodi della mia vita personale, che da tempo si ammassano, iniziano a venire al pettine. Il tempo fa anche di questi scherzi: le cose cambiano, le persone invecchiano… Inoltre sto giocando con fin troppi gruppi contemporaneamente, il che è bello ma anche impegnativo (sempre per questioni di tempo).

Mi limiterò, quindi, a descrivervi come gestisco il fattore tempo nelle mie campagne di D&D e affini. Spero che possa essere utile, come esempio, per capire l’importanza di restituirgli la concretezza che merita.

Continua a leggere “A tempo debito: come gestisco il tempo in gioco”
Pubblicità

E il tuo mondo, parla Fantasysh?

In questo mese di Novembre il Vecchio Carnevale Blogghereccio ha un tema davvero stimolante: le lingue.

Fa subito venire voglia di fare cose strane e simpatiche: lingue speciali con effetti speciali o requisiti d’uso speciali… ah, no, l’hanno già fatto.

Farò un’altra cosa, invece: tornerò a parlare di ambientazioni. E di come le lingue siano uno degli strumenti più potenti, più immediati e più sottovalutati per caratterizzarle.

Continua a leggere “E il tuo mondo, parla Fantasysh?”

Q&A: PG con personalità… più di una (domanda di Silly Girl)

Cortesia inconsapevole di Wikipedia.org

Personaggi con personalità multiple, ne abbiamo? A qualcuno di voi Diemme è mai capitato che un giocatore proponesse una cosa del genere? Dai, è un grande classico! In fondo, se uno prende gusto a interpretare un personaggio, cosa ci può essere di meglio? Ruolarne due (o più) in uno!

Il bello è quando si vuole assegnare ad ogni sotto-identità del personaggio caratteristiche e poteri diversi. Non so se è un effetto collaterale della serie Doom Patrol o se succedeva già prima, ma mi è capitato più di una volta di sentirne parlare. Anche prima di ricevere, sulla chat Telegram DungeonsAndDragonsITA, una domanda diretta.

La cosa è molto delicata da maneggiare. E non solo per il tema in sé (a cui dedicherò un bel disclaimer, non preoccupatevi).

Continua a leggere “Q&A: PG con personalità… più di una (domanda di Silly Girl)”

Chi ben comincia…

Hai appena iniziato a fare il Diemme? Hai intenzione di diventare Diemme? Cerchi qualche dritta di base per partire con il piede giusto? Bene, questo articolo fa proprio per te! Conosci qualcuno in questa situazione? Giraglielo, e ti ringrazierà!

Qui troverai i miei consigli fondamentali per qualunque Diemme neofita di D&D e affini (per non fare gli stessi errori che ho fatto io).

E poi una piccola miniera di link e fonti con altri consigli del genere (ma buoni), e le migliori avventure (di D&D 5e) con cui iniziare.

Continua a leggere “Chi ben comincia…”

Q&A: come giocare un prequel? (domanda di Leo)

Sul magnifico gruppo Telegram DungeonsAndDragonsITA, che frequento, c’è stata una domanda che ho trovato molto interessante: prima di iniziare la sua campagna, un giovane Diemme voleva far giocare ai propri giocatori qualche breve scena antecedente, che servisse un po’ a “inquadrare” i personaggi.

Perché è interessante? Intanto perché, malgrado non sia nel mio stile, è comunque un modo per rendere più concrete e divertenti le backstory dei PG (sempre meglio che scrivere pagine di fanfiction). Ma soprattutto perché ci aiuta a ripassare, da un’angolazione diversa, quelli che sono i punti fondamentali del progettare una buona avventura, per quanto breve.

Continua a leggere “Q&A: come giocare un prequel? (domanda di Leo)”

Presi alla provvista

Ci ho provato per tre volte, con tre gruppi diversi in campagne diverse: sarebbe bello, pensavo, organizzare un gioco in cui la gestione delle risorse ricopre un ruolo di primo piano; in cui i PG devono procacciarsi il cibo e l’acqua, e gestire oculatamente le scorte in un mondo ostile e inospitale. Tutte le volte un fallimento: “Che noia!” dicevano i giocatori “Non possiamo fare che abbiamo razioni infinite, e passare alla parte divertente?”.

Ah, dimenticavo: stiamo parlando di questo perché il Vecchio Carnevale Blogghereccio di Luglio ha per tema il cibo.

Il mio primo impulso sarebbe stato propinarvi un altro dungeon come il mese scorso: una volta, sempre con la stessa geniale co-Diemme, ho giocato un’avventura che prevedeva un dungeon fatto di cibo! Ma non volevo essere ripetitivo.

Penso quindi che andrò con la questione delle razioni. Anche se la gran parte degli amici del Carnevale, essendo seguaci della Vecchia Scuola, forse non si ritroverà molto nel problema che descrivo: in old school, in fondo, la gestione delle risorse è tutto e nessuno se ne lamenta. Giusto?

Continua a leggere “Presi alla provvista”

Fondamenti di diagrammologia, parte 2: esempi

Come ho già detto nella prima parte, questi articoli sono molto crunch, molto tecnici, e in apparenza poco attinenti ai GdR, per questo li ho categorizzati come digressioni. In questa seconda parte, però, andrò più sul pratico rispetto alla prima, tornando piano piano anche a parlare di D&D. Se l’argomento vi interessa, vi invito a dare però una rapida rilettura alla parte precedente, per non rischiare di capire rischi per fiaschi.

Un avvertimento, che ho già dato in precedenza: dove è indispensabile (per non fare lunghi giri di parole) uso un gergo inventato. Inventato, chiaro? Trovate tutto spiegato nell’altro articolo, ma non ripetete queste cose così come sono a un esame o ad una riunione di lavoro!

Continua a leggere “Fondamenti di diagrammologia, parte 2: esempi”

Fondamenti di diagrammologia, parte 1: teoria

Questo articolo non parla (direttamente) di D&D, quindi si classifica a pieno titolo come digressione. Ma è particolare. Le altre mie digressioni, in genere, sono dedicate agli aspetti sociali, psicologici e personali che ruotano intorno al gioco: insomma, sono digressioni perché sono poco tecniche (poco crunch, direbbe chi ama il gergo anglofono). Questa lo è per il motivo opposto: è molto, molto crunch, così crunch che potrebbe far male ai denti. Siete avvertiti.

Si parla di diagrammi / schemi, di come usarli e interpretarli: una cosa che, in effetti, torna spesso utile a noi Diemme, giusto? E per aiutare i vostri denti ve ne parlerò senza nessun gergo tecnico o specifico, ok? Dove serve, ne inventerò uno. Non ripetete queste cose ai vostri professori agli esami!

Continua a leggere “Fondamenti di diagrammologia, parte 1: teoria”

Q&A: il mio hexadin tira troppi dadi (domanda di Illidan)

Come già accaduto un’altra volta, prenderò in prestito una domanda già posta su Dragons’ Lair per tornare a parlare di vari argomenti che mi stanno a cuore: la gestione di un giocatore power player (o presunto tale), il bilanciamento delle sfide, e l’importanza dei giusti obiettivi per la storia.

Abbiamo un Diemme alla prese con un gruppo eterogeneo. Un giocatore, con il suo PG potentissimo, lo mette in crisi perché non riesce a creare incontri di combattimento alla sua altezza. Allo stesso tempo, quel giocatore non gli sembra abbastanza interessato alla trama. E il divertimento di tutto il gruppo si sta incrinando.

Continua a leggere “Q&A: il mio hexadin tira troppi dadi (domanda di Illidan)”

Q&A: la mia accademia è in stallo! (domanda di Rania)

Come si crea una bella avventura per i propri giocatori? Come si coinvolgono i PG nell’avventura? Come si evita lo stallo, la noia? Sono argomenti sempreverdi per i giovani Diemme.

Una bellissima domanda sul solito, prolifico gruppo Telegram DungeonsAndDragonsITA mi porta a tornarci su, facendo un utile riassunto di varie cose di cui hi già parlato in passato.

Continua a leggere “Q&A: la mia accademia è in stallo! (domanda di Rania)”